Sembra che, in Italia, giornali e riviste non abbiano ancora ben capito come utilizzare Instagram. Ci sono ormai quasi tutti (aprire un account è facile) ma basta dare un occhio al numero di follower per capire che i magazine più importanti in edicola non sono altrettanto bravi ad arrivare al pubblico tramite foto e immagini. In realtà, ammettiamolo: non è semplice servirsi di Instagram se il proprio lavoro consiste nel produrre contenuti scritti. Che cosa bisogna postare? A quale target fare riferimento? E come la mettiamo con l’assenza di link, che impedisce di portare traffico al proprio sito?

Per trovare qualche risposta, abbiamo selezionato 9 magazine internazionali che hanno trovato una chiave per gestire al meglio i propri account. Eccoli, in ordine casuale:

New York Magazine

Preview dei contenuti in uscita, call to action fotografiche, consigli su dove mangiare, ballare e divertirsi. Ma anche piccoli gioielli video creati ad hoc per presentare ricerche e inchieste, importanti foto d’archivio e mini interviste usate come teasing di contenuti su carta. Alta qualità e tono informale.

new-york-magazine

Vogue

Solo un paio di contenuti al giorno e più di 8 milioni di follower. La rivista di moda più prestigiosa del Pianeta utilizza Instagram con molta attenzione, controllando la qualità dei contenuti e centellinando le iniziative speciali. Un pizzico di senso dell’umorismo fa il resto.

National Geographic

L’account IG più seguito in assoluto non appartenente a una celebrità del mondo dello spettacolo. Ogni immagine, una storia. Ogni storia, un pezzo di mondo di sfavillante bellezza. Ok, stiamo parlando della rivista che gestisce un archivio fotografico incredibile dal 1910. Ma il bello è che l’account è utilizzato in modo collettivo da più fotografi.

national-geographic

VICE 

Da rivista underground a vera e propria istituzione di news e lifestyle, seguire VICE su Instagram significa avere un assaggio dei servizi fotografici, guardare in anteprima servizi video, e trovare foto che altrimenti non trovereste da nessuna altra parte. Must follow.

Wired 

Se abbiamo messo Wired nella lista non è perché i suoi social media manager siano particolarmente produttivi (al contrario, i post arrivano con una frequenza di 2, 3 alla settimana). Ma dove altro potreste vedere un bonsai sparato nello spazio, un’anteprima del genere, o scoprire esperimenti sui cyborg come questo?

Mashable 

Ogni mese, il sito fondato da Pete Cashmore lancia un contest tra i suoi follower chiamato MashableReads attraverso cui chiede di postare foto sulla base di un tema proposto dalla redazione. E l’iniziativa funziona davvero bene. Tanto che la maggioranza dei loro contenuti arriva da altri account.

Business Insider

Difficile trovare qualcuno così bravo a condensare in un’infografica semplice e comprensibile gli approfondimenti e le inchieste più complesse. Business Insider su Instagram fa prima di tutto questo e lo fa alla grande. Aggiungeteci consigli per professionisti, notizie dal mondo digitale e video da far vedere agli amici.

business-insider-magazine

The Verge 

Possiamo dire che quello che faceva Wired negli anni ’90 lo fa oggi The Verge? Forse esageriamo, ma sembra che per restare al passo con i trend tecnologici sia necessario seguire loro, prima di tutti. Dove altro si parla con altrettanta semplicità di realtà virtuale, scooter ecologici e droni?

ESPN

E dato che nella nostra lista non poteva non esserci lo sport, ecco la rivista di sport (ma è anche un canale televisivo, un’emittente radio e una rete di siti internet) più importante del mondo. Su Instagram trovate le loro foto migliori, le citazioni giuste al momento giusto, e qualche video da guardare almeno 3 volte di seguito.

espn-sport

Commenti

commenti