WORD OF MOUTH MARKETING

Word of mouth marketing: il secondo mestiere più antico del mondo

Word of mouth marketing: ha un nome nuovo ma esiste fin dall’origine dell’uomo. Alle persone è sempre piaciuto parlare, parlare, parlare. Per questo un prodotto apprezzato genera spontaneamente conversazioni e opinioni positive.
Oltretutto, quando ascoltiamo l’opinione di un amico, viene spontaneo fidarsi delle sue parole. I consigli ricevuti dalle persone care hanno maggior autorevolezza e forza persuasiva della comunicazione di marca, e spesso anche più dei mezzi d’informazione tradizionali.
Lo sviluppo recente dei social media ha amplificato questo fenomeno, dando alle persone strumenti potentissimi per diffondere le loro opinioni e preferenze.

Parlare tra amici

Le tecniche di Word of Mouth Marketing (WOM marketing, o marketing passaparola in italiano) servono a guidare questo fenomeno naturale, alimentando conversazioni spontanee e genuine a favore di una marca e dei suoi prodotti.
È importante offrire alle persone le migliori condizioni possibili per conoscere e condividere la propria passione per un prodotto, confrontarsi su un servizio e dialogare con le aziende.
Non mettendogli idee in testa e parole in bocca, ma liberando le loro.

Etica del word of mouth marketing

Il passaparola può essere stimolato, accelerato e misurato.
Senza ricorrere né a remunerazioni, né alle incentivazioni tipiche, ad esempio, del referral marketing o del marketing multilivello: ogni forma di manipolazione o forzatura della naturale comunicazione tra persone è da evitare, perché frena anziché amplificare il passaparola spontaneo.
Serve dunque un approccio etico, in cui la relazione tra la marca, l’opinione del consumatore e la sua vera identità si basano su criteri di trasparenza e onestà.

Primi in Italia

IAKI è stata la prima agenzia in Italia a credere nel passaparola, aderendo fin dalla sua fondazione nel 2004 alla più importante autorità internazionale in materia, la Word of Mouth Marketing Association (WOMMA).
IAKI ne è tuttora membro attivo, e negli anni ha preso parte al Leadership Committee, al Research Council e alla Metrics Task Force create da WOMMA, acquisendo cultura sul marketing passaparola, e traendo beneficio dall’esperienza degli altri membri.
Siamo in grado di seguire ogni singola fase di un programma di passaparola (word of mouth program):

  • Ideazione della strategia
  • Sviluppi creativi dedicati (la “talkable idea”)
  • Valutazione etica
  • Gestione operativa delle attività
  • Monitoring e misurazione dei risultati

Approfondimenti: