Nell’ultimo periodo il concetto di real time marketing è entrato nelle teste e nei social di molti brand. Anche negli spazi di discussione degli addetti ai lavori il tema è caldo e occupa la maggior parte delle conversazioni.
Social Media Manager di moltissimi marchi non aspettano altro che una scintilla, un indizio, una notizia, per poter produrre contenuti sull’attualità e su quel che succede.
Come ho già detto in altre occasioni, però, non tutto è real time marketing. Facciamo un po’ di chiarezza.

Occasioni che si possono programmare con largo anticipo come Natale, capodanno, San Valentino, la festa della mamma, solo per fare qualche esempio, rientrano in un normale piano editoriale che tenga conto di festività e giorni particolari. Sì, anche la giornata mondiale del gatto rientra in questa casistica.

Eventi largamente prevedibili come l’assegnazione dell’Oscar a Leonardo di Caprio, il rientro sulla terra di Samantha Cristoforetti o la finale di Master Chef non rientrano nel segmento “Contenuti real time marketing”.

Meme. I meme sono meme. Cosa dobbiamo aggiungere?

Qualcuno dirà: e allora “petaloso” dove me lo metti?
Risponderò senza cadere nella provocazione: se hai scritto un contenuto sulla parola petaloso, non hai fatto real time marketing, sei entrato nel flusso comunicativo di decine di persone che pur di usare questo termine hanno fatto veri e propri salti mortali creativi. Pericolosissimi.

Breaking News. Ecco, i contenuti social dei brand realizzati in tempo reale su una cosa inaspettata, il famoso blackout di Oreo, sono da considerasi RTM.

Per concludere, infine, se anche le mie tesi fossero solo convinzioni mie, resta il fatto che il brand deve essere concepito come se fosse una persona, e come una persona deve avere i propri gusti e una personalità ben definita.
Dobbiamo capire chi vogliamo che il brand sia, se una persona con poca austostima e carattere – che quindi sente il bisogno di citare ogni tormentone senza discriminare – oppure se ritenga opportuno intervenire in casi pertinenti alla propria natura che accrescono il posizionamento di personalità.

Commenti

commenti

Case History Correlate