Date un’occhiata al vostro smartphone. Nella schermata “blocco schermo” probabilmente vedrete: notifiche mail, notifiche meteo e notifiche di altro tipo. E tutte queste notifiche sono prodotte da applicazioni differenti.

Ora. Facebook prende tutte queste informazioni e le affida ad un’unica app: Notify.

Il nome stesso tradisce la sua essenza principale, è un’applicazione che serve ad inviare notifiche sul telefono da siti di informazione e intrattenimento. Dopo averla installata, Notify mostra una serie di aree tematiche – come “Intrattenimento”, “Cultura”, “Affari”, “Giochi” – al cui interno sono mostrate le “Stazioni” dalle quali si desidera ricevere le notifiche sul proprio smartphone quando sono pubblicati nuovi contenuti.
Un’insieme di flussi diversi su un’unica piattaforma per spaziare dalle breaking news sul Medio Oriente ai risultati dello sport, alle nuove uscite al cinema fino alle previsioni meteo per un week end in montagna.

Per adesso Notify esiste solo su iPhone ed è limitato agli USA. Qui Facebook ha stretto accordi con le principali piattaforme produttrici di contenuti come New York Times, Time, Washington Post, Vogue, Vevo, Fox, Esquire, Glamour, Groupon, Comedy Central, Discovery, BuzzFeed, Bloomberg Business e ABC.
L’elenco è destinato ad aumentare nel corso dei prossimi mesi quando saranno coinvolti altri paesi perché proprio gli editori sono i soggetti che più di altri beneficeranno della nuova app del social network. Quando si entra nella lista delle ultime notifiche ricevute e si clicca su una per leggere il contenuto, si viene infatti reindirizzati direttamente sul sito sorgente, portando così traffico alla fonte principale.

facebook-mobile-app

Un enorme vantaggio per i editori che possono così aumentare la loro presenza, fare referral ai loro siti, acquisire nuovi follower e imporsi sempre più: le principali testate editoriali italiane avranno quindi solo da guadagnare.
Notify non è solo un modo più veloce di essere aggiornati, è anche un tentativo di Facebook di diventare l’interfaccia dominante dei nostri smartphone, dunque, di riflesso, gli editori faranno della loro pagina Facebook il canale privilegiato di comunicazione.

E saranno davvero presenti 24 ore su 24 perché con Notify “stay up to date on the things you care, right on your lock screen”.

Case History Correlate