CODICE ETICO WORD OF MOUTH (WOMMA)

Codice Etico word of mouth ?  IAKI aderisce dal 2004

Il Codice Etico Word of Mouth (WOMMA) non è una novità per IAKI. Fin da quando ha iniziato a operare come agenzia di word of mouth marketing (WOM marketing), IAKI ha sempre attribuito fondamentale importanza alla questione etica e alla deontologia professionale sul web, impegnandosi a tutelare sia i diritti di tutti i soggetti coinvolti, sia di conseguenza l’immagine del brand e dei suoi valori di marca.
Grazie a questa filosofia, dal 2004 IAKI è stata ammessa ed è regolarmente iscritta alla Word of Mouth Marketing Association, il più prestigioso e competente ente internazionale relativo al WOM.
 Di conseguenza, IAKI si attiene scrupolosamente al Codice Etico Word of Mouth di WOMMA, strumento di autoregolamentazione emanato dall’associazione.

Codice Etico word of mouth di WOMMA

WOMMA ha pubblicato la sua bozza di codice etico word of mouth per il marketing passaparola il 9 febbraio 2005, a pochi mesi dalla costituzione dell’associazione.
Nel 2010 la Federal Trade Commission americana ha riconosciuto la correttezza dei principi del Codice Etico WOMMA, ispirandosi ad esso per le nuove normative: un riconoscimento importante di leadership su questo tema. 
I membri di WOMMA sono convinti che questo codice sia fondamentale per un’attività economica di successo ma che rispetti principi etici. Il marketing del passaparola deve guadagnarsi la fiducia dei consumatori, tutelando il loro diritto a una comunicazione onesta e trasparente.
Riportiamo di seguito i punti essenziali del Codice Etico WOMMA, che potete anche consultare nella versione originale inglese seguendo il link.

Valori fondanti dei membri WOMMA

  • Fiducia – I membri WOMMA si impegnano a partecipare a pratiche e policy che promuovano un ambiente di fiducia tra il consumatore e la funzione marketing.
  • Integrità – I membri WOMMA si impegnano a rispettare i requisiti di leggi applicabili, regolamenti e regole relative alla prevenzione di pubblicità e pratiche di marketing ingiuste, ingannevoli o fuorvianti. In particolare, i membri del WOMMA promuovono onestà e trasparenza nelle loro pratiche e metodi, così come respingono tutte le forme di manipolazione del consumatore. Effettivamente, la pubblicità è un’operazione creativa che ambisce a convincere il consumatore che il prodotto o servizio reclamizzato è necessario e di valore, ma nell’interazione con i consumatori, i membri del WOMMA si impegnano a evitare l’inganno verso di essi come conseguenza finale delle loro pratiche di marketing. Di conseguenza, i membri del WOMMA utilizzano tecniche studiate per permettere al comsumatore ragionevole di agire razionalmente, per prendere le decisioni d’acquisto più circostanziate.
  • Rispetto – I membri WOMMA promuovono e rispettano pratiche incentrate sugli interessi dei consumatori. I membri WOMMA pensano che l’industria debba riconoscere che il consumatore, non la funzione marketing, ha fondamentalmente il controllo e la responsabilità, e che è il consumatore a definire i termini della relazione tra sé e la funzione marketing.
  • Onestà – I membri WOMMA credono che il consumatore debba essere libero di farsi le proprie opinioni e condividerle con le sue parole. In pratica, i membri WOMMA non sostengono alcuna iniziativa che dica agli altri cosa dire o come dirlo.
  • Responsabilità – I membri WOMMA credono che rivolgere azioni di marketing verso i minori richieda sensibilità e attenzioni, data la loro particolare vulnerabilità verso la manipolazione e l’inganno.
  • Privacy – I membri WOMMA rispettano la privacy dei consumatori e incoraggiano procedure che promuovano i mezzi più effettivi di tutela della privacy, come le richieste standard di autorizzazione o gli opt-in.

Standard di condotta richieste dai membri WOMMA

Standard 1 – Divulgazione dell’identità: un membro WOMMA dovrà pretendere dai propri rappresentanti una palese ammissione delle propria relazione o identità verso i consumatori in relazione alle iniziative di marketing che potrebbero influenzare le loro decisioni d’acquisto.

Standard 2 – Divulgazione dei rimborsi o dei compensi ricevuti: un membro WOMMA dovrà pretendere dai propri rappresentanti di ammettere palesemente e prominentemente tutte le forme di considerazione o compenso che hanno ricevuto dal membro, dal marketing o dallo sponsor del prodotto o servizio. In altre parole, i membri WOMMA non dovranno impegnarsi in pratiche di marketing dove lo sponsor/marketer o i suoi rappresentati offrono beni, servizi o compensazioni al consumatore (o al comunicatore) come rimborso per le raccomnadazioni, recensioni o l’appoggio ricevuto, a meno che non vengano divulgati in maniera completa, significativa e prominente.

Standard 3 – Divulgazione della relazione: un membro Womma dovrà pretendere dai propri rappresentanti coinvolti in iniziative di word of mouth di divulgare gli aspetti materiali della loro relazione commerciale con la struttura di marketing, incluso i dettagli di qualunque remunerazione o rimborso ricevuto.

Standard 4 – Rispetto delle direttive etiche: un membro WOMMA dovrà attenersi alle direttive etiche emesse dalle autorità di regolamentazione dei paesi in cui opera (ad es. FTC, Commissione Federale del Commercio negli Stati Uniti).

Standard 5 – Genuina onestà nelle comunicazione: un membro WOMMA non dovrà decidere le esatte parole che i propri rappresentanti useranno nelle proprie comunicazioni riguardo un particolare prodotto o servizio, in modo da permettere al consumatore di riflettere la propria sincera opinione, le proprie conclusioni, convinzioni o esperienze.

Standard 6 – Rispetto per i canali: un membro WOMMA dovrà rispettare il diritto di ogni canale di comunicazione online o offline (come un sito web, blog, forum di discussione, media tradizione e contesto dal vivo) di creare e far rispettare le proprie regole come ritiene opportuno.

Standard 7 – Marketing con i bambini e gli adolescenti: un membro WOMMA non dovrà includere bambini sotto i 13 anni in alcun programma di marketing o campagna; dovrà inoltre osservare tutte le leggi applicabili che trattano di minori e marketing.

Standard 8 – Rispetto delle regole specifiche dei media: un membro WOMMA dovrà rispettare tutte le esistenti regole riguardo il marketing verso i bambini specifiche del medium in cui opera.

Approfondimenti:

 

Guardate alcuni progetti IAKI di WORD OF MOUTH MARKETING

Tutte le nostre case history sono iniziate con una mail. Scrivetecela.