Che cos’è Clubhouse?

Se volessimo descrivere in poche parole Clubhouse potremmo dire che è un nuovo social nato nell’Aprile del 2020 che si basa fondamentalmente su stanze virtuali dove avvengono delle discussioni. Ogni iscritto può aprire una Room, diventandone di fatto amministratore e moderatore. È su invito e ogni utente dopo aver fatto l’accesso può indicare i suoi interessi attraverso delle macro aree come musica, cinema, marketing o politica per citarne alcune, così da avere un feed basato sui propri interessi.

Ci sono tre modalità secondo cui può essere aperta una Room:

  • Open – Una stanza in questa versione è fatta per chiunque stia navigando nell’app

  • Social: una room in questa modalità è visibile solo alle persone connesse tra di loro, ad esempio chi si segue a vicenda

  • Closed: una stanza così configurata è chiusa, privata, accessibile cioè solo a chi l’ha creata e a chi è stato invitato.

Clubhouse è costituito quindi da giga stanze dove le persone possono parlare condividendo argomenti ed idee. L’aspetto interessante di Clubhouse è l’accorciarsi delle distanze tra utenti e personalità di spicco. Potreste ritrovavi  in una room con personaggi più o meno famosi, ed alzando la mano potreste anche parlare con loro, aprendo un vero e proprio dibattito.

Al momento la piattaforma è:

  • In versione beta e accessibile solo tramite invito
  • Scaricabile solo da chi possiede un dispositivo con sistema operativo iOS
  • Basata su conversazioni che non posso essere essere condivise, registrate o scaricate

La vittoria dei contenuti

Clubhouse è quindi un canale social in cui l’apparenza non conta ma solo la voce e la sostanza dei discorsi che vengono intavolati. Dopo anni passati a confezionare contenuti dove l’apparire e la velocità erano due leve fondamentali se non le uniche, forse è arrivato il momento di dare spazio alla profondità dei temi che possono essere trattati.

Infatti le room possono durare anche per ore, non c’è un limite e spesso sono da spunto per la creazione di nuove tavole rotonde. Questo nuovo social media annovera già l’iscrizione di personaggi famosi come ad esempio Oprah Winfrey, che entrandone a farne parte ha contributo al successo di questa app.

Quale potrebbe essere il futuro di Clubhouse?

Un aspetto interessante potrebbe essere quello di creare community attraverso le preferenze degli utenti, così che per i brand si possa accorciare sempre di più la distanza tra prodotto/servizio ed utente finale. Oltre a diventare dei veri e propri spazi di conferenza, dove al centro viene posto lo scambio tra i vari utenti.

Fino ad oggi solo i podcast avevano puntato tutto sull’ascolto, Clubhouse così posizionandosi potrebbe risultare il nuovo social dove viene messo al centro del contenuto ciò che viene condiviso e quindi un prodotto di interesse più vasto e di un certo spessore.

Non ci resta che aspettare e vedere come evolve Clubhouse! In quanto tempo ci sarà versione disponibile non solo per iOS e non solo su invito. Ma soprattutto quando e quanti brand inizieranno ad approcciare questo nuovo social e con quali topic di conversazione e quale funzione faranno avere alle Room?

Ipoteticamente c’è chi potrebbe puntare ad utilizzarli per conferenze sui temi per rafforzare la propria fanbase oppure come Room d’ascolto in una nuova versione di CRM.