Negli ultimi mesi Instagram ha aggiornato la sua App con diverse funzioni, ora l’obiettivo sembra essere quello di accrescere le visualizzazioni su IGTV, canale che non ha ancora ottenuto i risultati sperati: riuscirà nel suo intento?

IGTV non è mai decollato davvero: Instagram corre ai ripari

È ormai da giugno dello scorso anno che sono approdati i video verticali, da quel momento il canale ha cercato in tutti i modi di spingerli integrando IGTV alle funzioni principali: dall’inserimento dei video nella tab “Esplora” all’introduzione delle notifiche pop-up per i nuovi video disponibili, e ancora all’inserimento delle preview nelle Stories.
Ma questi tentativi di pushing non sono minimamente bastati per diventare un degno concorrente di YouTube (che ha 1miliardo e 900mila utenti attivi al mese).

Instagram ha così introdotto l’ennesimo aggiornamento: ora gli utenti possono aggiungere la preview del proprio video IGTV al feed principale di Instagram.
In questo modo il pubblico ha la possibilità di fruire il contenuto in anteprima e, se interessato, continuarne la visione su IGTV.

Come funziona la preview dei video IGTV nel feed di Instagram?

È possibile decidere se condividere o meno il “teaser” del proprio video IGTV nel feed: selezionando questa opzione, l’anteprima del video apparirà nel feed dei follower, mentre l’immagine di copertina verrà visualizzata nella griglia del profilo.

Gli utenti possono fare “tap” sul video in qualsiasi momento per guardare il contenuto completo sul canale IGTV.
Inoltre nel momento in cui le persone lasciano un commento sul contenuto nel feed, esso verrà mostrato anche all’interno del video IGTV, e viceversa.

https://twitter.com/i/status/1093541032837300225

In questo modo gli utenti riusciranno a trovare più facilmente gli ultimi video inseriti dai propri following preferiti. Ma è davvero ciò che la maggior parte degli utenti vuole?

Per il momento alcuni Tweet di risposta a Instagram sembrano affermare il contrario, considerando la nuova aggiunta come un’imposizione non scelta.

Quel che è certo è che al momento sono pochi gli attori che lavorano a contenuti esclusivamente per IGTV, mentre vengono riutilizzati contenuti già progettati su altri canali senza un investimento ad hoc per il formato di IGTV. Le barriere sul formato dei video verticali, quindi, sono ancora alte.

Ma la domanda è: per un brand è utile condividere i video IGTV all’interno del feed?

La risposta dipenderà ovviamente dalla propria strategia di video marketing e da come i video IGTV si adattano al resto dei post, tuttavia una volta creato un contenuto è bene utilizzare tutti gli strumenti a disposizione per aumentarne la fruizione da parte del proprio pubblico.
Quel che è certo è che la novità porterà molte più visualizzazioni ai video pubblicati su IGTV rispetto a prima: il segreto starà nel riuscire ad incuriosire i propri followers in quei primi secondi di video, un vero e proprio teaser per portare gli utenti sul proprio canale.

In generale ciò che IGTV offre ai brand è proprio l’opportunità di sperimentare e testare quali contenuti sono più adatti per il proprio pubblico, e come esso reagisce davanti a formati che richiedono un lungo tempo di fruizione.
È proprio questo tempo sufficientemente lungo che permette ai marchi di raccontare delle storie, IGTV diventa così un luogo dove lo storytelling è “senza limiti”, al contrario degli altri formati presenti sul canale, che si esauriscono in pochi secondi.
Un tempo di fruizione lungo deve tuttavia essere sfruttato in modo adeguato, poiché è anche vero che i primi secondi di un video sono quelli cruciali per catturare l’attenzione del pubblico: se il contenuto non funziona subito, non lo farà neanche nei minuti successivi.

Commenti

commenti