Case History

Social media strategy per Veuve Clicquot

Case History

Social media strategy per Veuve Clicquot

Settore
bevande
In Sintesi
IAKI ha ideato e gestito su Facebook, Instagram e Twitter la social media strategy della Maison Veuve Clicquot, una delle più grandi case produttrici di Champagne al mondo.

Una strategia d'eccellenza ispirata a Madame Cliquot

Audace, creativa e lungimirante. La social media strategy creata da IAKI si ispira alle tre peculiarità di Madame Clicquot, la straordinaria donna che, determinata a realizzare Champagne di “una sola qualità, la migliore”, prese in mano la Maison portando le sue bollicine fino alla corte dello Zar Alessandro I. E saranno proprio queste tre caratteristiche di Madame Barbe-Nicole Ponsardin, sposata Clicquot, a rappresentare i tre fondamentali pillar nei canali social del brand.

Gli obiettivi per la crescita

Nel rispetto delle rigide guidelines internazionali, IAKI è riuscita a conquistarsi la fiducia del brand con la sua social media strategy, prefissando e raggiungendo molteplici obiettivi che hanno supportato la brand awareness – e la crescita, con +300K fan nel global – di Veuve Clicquot anche sui social network:

• ottimizzare la presenza strategica del brand

• esprimerne lo spirito ironico, gioioso e coinvolgente

• preservarne l’immagine sofisticata

• far emergere l’heritage e lo spessore della Maison

• enfatizzare l’aspetto del lifestyle

• promuovere il consumo a tutto pasto dello Champagne

La valorizzazione degli asset

Per riuscire a rivitalizzare le community del brand, IAKI ha identificato per la sua social media strategy un tono di voce ricco, coinvolgente e personale: ricco nella scelta dei vocaboli e dei temi di conversazione, riflesso della profondità e dell’heritage di marca; coinvolgente grazie a un atteggiamento sempre positivo che invita alla partecipazione; personale con il punto di vista di chi vive il mondo Veuve Clicquot e non di chi si limita solamente a descriverlo da spettatore.

Da qui, la scelta è ricaduta su focus precisi dedicati a Facebook, come l’engagement delle persone, la valorizzazione dell’elemento sociale dell’experience Veuve Clicquot e la diffusione del lifestyle, e su un approccio grafico e patinato per Instagram, dove le interazioni e il follower building hanno rivestito un ruolo importante, dialogando con gli utenti e utilizzando il regram delle foto per aumentare il senso di partecipazione.

Il progetto CRM divenuto virale

Un progetto finalizzato a consolidare – e ampliare – la base di contatti dei consumatori e a profilare le persone secondo i parametri di età, genere e città, coinvolgendo il pubblico tramite eventi dedicati e stimolandone l’attenzione attraverso newsletter personalizzate, legate al concetto di spedizione.

Sì, perché Madame Clicquot è divenuta celebre approntando una strategia di esportazione all’estero – la prima consegna è destinata a Venezia nel 1772 – usando le navi verso Europa e Russia, e dunque lettere e spedizioni fanno parte della storia iconografica della marca e rappresentano un asset di comunicazione.

L’idea è stata quella di fare emergere questo heritage pluricentenario presente nel DNA del brand, trattando i consumatori del prodotto e gli amanti del marchio con la stessa cura con cui Madame Clicquot si rivolgeva ai primi clienti, approfondendo su landing page dedicate ogni elemento della newsletter – tips relative al mondo dello Champagne, idee per piatti da abbinare alle bollicine, cenni di storia e le milestone del marchio, i momenti di festa negli eventi dedicati –, con un meccanismo di viralità grazie a bottoni di condivisione su ogni pagina di contenuto.

La joie de vivre si fa "live"

Un Social Live inedito per il brand, nella splendida location di Courmayeur.

È qui che in un long weekend IAKI ha guidato 12 influencer, selezionati poiché in linea con i valori e il lifestyle di Veuve Clicquot, nella produzione di contenuti live in grado di generare attenzione sia sui social proprietari sia sui loro profili, raccontando e valorizzando ogni attimo vissuto in compagnia dello Champagne.

Per un elegante, nuovo tassello che ha contribuito alla costruzione di un’immagine di marca premium, solare e sempre più vicina agli interessi del proprio pubblico.

Veuve Clicquot is in the club

Ampliare la presenza di Veuve Clicquot sul territorio ha richiesto grandi capacità organizzative e gestionali, per un progetto in sinergia con i migliori club, ristoranti e hotel italiani.

Un efficace esempio di lavoro capillare svolto in sinergia con realtà affermate quali La Capannina di Forte dei Marmi o l’Hotel Principe di Savoia di Milano, che ha portato alla creazione di contenuti brandizzati da veicolare su Facebook e Instagram attraverso hashtag custom come #VeuveClicquotInTheClubs e #VeuveClicquotInTheCity.

Rich, di nome e di fatto

È stato un lancio ricco di contenuto e contenuti quello della linea Rich di Veuve Clicquot, prodotti unici nel panorama degli Champagne.

Le bottiglie lanciate dalla Maison nascono infatti dedicate al mondo dei cocktail, e la comunicazione ideata da IAKI ne enfatizza la grande versatilità attraverso i “Service Rituals”, ovvero appuntamenti social in stile education, che insegnano – sia ai consumatori sia ai bartenders  – come utilizzarne al meglio le peculiarità, per servire cocktail innovativi e ricercati.

Canali del progetto