Quando l’online incontra l’offline, e insieme contribuiscono al successo di un progetto, allora la “magia” si compie. È il caso degli eventi, che sempre più lasciano la loro dimensione “reale” per approdare sui social allargando la loro audience. In questo modo riescono a raggiungere persone lontane nel tempo e nello spazio amplificando la portata del messaggio.

Un evento instagrammabile è visivamente accattivante e questo incoraggia gli ospiti a scattare foto da condividere sui social media. In un mondo in cui le comunicazioni sono sempre più digitali, gli eventi non sono mai stati così potenti. Il buzz che viene generato sostiene la notorietà (social) di un’azienda e consolida la sua brand awareness.

Gli eventi che mancano di brusio prima, durante e dopo il loro svolgimento falliscono. Ma se un evento è instagrammabile, beh, allora il successo è assicurato! Perché?

Perché Instagram è il social “giusto”

Instagram è uno dei social più utilizzati, sono circa 24,4 milioni gli italiani che lo frequentano e ci passano in media 5 ore al mese. La maggior parte di chi lo utilizza ha tra 18 e i 24 anni e questo lo rende il social media più interessante agli occhi di aziende che aspirano ad avvicinare un pubblico giovane, interessato ai trend e alle novità.

Estetica e piacere visivo sono usate come vere e proprie strategie di engagement che vanno incontro ad un fenomeno sempre più crescente: non smetteremo di pubblicare ciò che compriamo o viviamo in prima persona. Una realtà che sfrutta il social crea un’esperienza su misura per i suoi ospiti incoraggiandoli a scattare e condividere foto sui propri canali, a ricordarne il marchio e i messaggi chiave. L’azienda sfrutta quella che si può intendere come la terza dimensione di Instagram, ovvero lo spettatore online che fruisce l’esperienza attraverso il canale social. Questo approccio travalica il contatto con l’ospite per imporsi su una rete di contatti più ampia: la sua. Si viene così a delineare un nuovo e potenziale mercato di interesse con cui l’azienda non ha contatto diretto, ma deve “fare colpo”. Ecco che qui entra in gioco l’evento instagrammabile: accattivante e carico di elementi esperienziali, capace di cogliere l’interesse dello spettatore per puntare a essere condiviso attraverso un post.

A vantaggio degli eventi instagrammabili ci sono due importanti fattori: gli utenti dei social media sono in genere collegati online con altri simili a loro con cui condividono interessi, hobby, talvolta il lavoro o luoghi di interesse e questo aumenta le possibilità di successo; seconda considerazione, non meno importante, è il fatto che che l’attenzione dei giovani adulti di oggi si sta concentrando su come le loro vite appaiono online tanto che i millennial scelgono una destinazione, che sia un viaggio o un’attività, in base al suo potenziale di instagrammabilità e questo rende l’evento ancora più appetibile.

Eventi belli, famosi e “acchiappa-like”

Per capire di che cosa stiamo parlando abbiamo selezionato alcuni eventi (alcuni global e altri italiani) che negli ultimi anni hanno creato milioni di contenuti su Instagram, ampliando il proprio raggio di azione e arrivando anche a chi non vi partecipa.

Il Coachella Music Festival si tiene ogni anno ad aprile in California: celebrities, influencer e giovani da tutto il mondo sanno che è il festival da frequentare se vuoi dimostrare di essere cool. Quest’anno ha totalizzato, con l’hashtag ufficiale #coachella2019, 220.924 contenuti su Instagram: non male per 9 giorni di musica, che spesso passa in secondo piano rispetto agli outfit dei presenti.


Il celebre Ultra Music Festival, appuntamento per gli amanti dell’elettronica da tutto il mondo, risulta invece più legato alla sua vera essenza musicale (senza look eccentrici da condividere o location da urlo): per lui con l’hashtag #ultra2019 si registrano “solo” 42.816 post.
Tra gli eventi i più chiacchierati del 2019 in Italia, invece, abbiamo due appuntamenti che da anni monopolizzano la scena milanese: in pole position il Milano Fuorisalone che con #fuorisalone2019 vanta ben 110.625 post, seguito dalla Milano Fashion Week il cui hashtag ufficiale di quest’anno, #mfw2019, ha totalizzato 38.655 post.

Come creare un evento con potenziale per Instagram

Numeri alti ed eventi di grossa risonanza mediatica che molti conoscono, condividono e vivono “live” anche attraverso i contenuti social. Ma come creare un evento instagrammabile?

Ecco 5 buoni consigli per un evento con alto potenziale di instagrammabilità:

  1. Una location esclusiva e ben allestita per preparare lo scatto perfetto: si consiglia di ricreare spazi ben illuminati dove gli ospiti possano scattare foto nitide e hanno meno probabilità di essere cancellate
  2. Un allestimento diverso e a tema: impostare sfondi memorabili, dai bellissimi fiori a uno skyline mozzafiato, da contesti hollywoodiani a flower power party
  3. Gadget e props utili e divertenti come oggetti di scena irresistibili per offrire ricordi da immortalare
  4. Intrattenimenti interessanti: corner a tema con photo booth, comici sul palco o spettacoli di teatro, cabaret, musica, live show, la presenza di celebrità o influencer disposti a posare per alcuni selfie – mossa vincente!
  5. Usare gli hashtag: un hashtag personalizzato e dedicato all’evento facilita la localizzazione delle foto.

Case History Correlate